1Comune di Greci - Kumuna Katundit » Imposte Comunali

CONTATTI DEL COMUNE

CONTATTI  # @ + *

Amministrazione Trasparente

Servizi E-Government

 

e-government

SUAP

SUAP

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Sportello Linguistico

Clicca

Visita Greci

VisitaGreci

Archivi Campani

Mnemoteca Greci

Comune di Greci

Trionfo di Sapori

Fotogallery

    veduta greci

RSS di - ANSA.it

ALIQUOTE IMPOSTE COMUNALI

 I.U.C. (IMU - TASI – TARI)

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI
INFORMA
che con le seguenti deliberazioni Consiliari:
n. 17 del 31.07.2014, è stato approvato il Regolamento IUC;
n. 17 del 21.05.2016, sono state determinate le aliquote IMU per l'anno 2016;
n. 18 del 21.05.2016, sono state determinate le aliquote TASI  per l'anno 2016;
n. 19 del 21.05.2016, è stato approvato il piano finanziario e determinate le aliquote TARI per l'anno 2016; 
IMPOSTA IUC - IMU
L’imposta municipale propria è di natura patrimoniale dovuta dal proprietario o dal titolare di diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, superficie) su beni immobili, inclusi i terreni e le aree edificabili. 
Ai sensi dell’art. 13, comma 2, del D.L. 201/2011, si considera direttamente adibita ad abitazione principale un’unica unità immobiliare e le relative pertinenze nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7: 

RICHIAMATO l’art. 1, comma 26, della legge 28.12.2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) che prevede il blocco degli aumenti dei tributi e delle addizionali per l’anno 2016, rispetto ai livelli deliberati per il 2015, fatta eccezione per le tariffe relative alla tassa rifiuti (TARI);

CONSIDERATO che le principali novità introdotte in materia di Imposta municipale propria (IMU), tutte novità di carattere obbligatorio, ossia applicabili senza la necessità che il Comune debba emanare disposizioni al riguardo, sono:
- Riduzione IMU per abitazioni concesse in comodato d’uso gratuito a particolari condizioni (art. 1, comma 10) E’ riconosciuta una riduzione del 50% della base imponibile per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli) che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
- Riduzione delle aliquote IMU per abitazioni locate a canone concordato (art. 1, comma 53) Per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’IMU determinata applicando l'aliquota stabilita dal comune, è ridotta al 75% (riduzione del 25%); 
- Esenzione delle unità immobiliari delle cooperative edilizia a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica;
- Esclusione dalla determinazione della rendita catastale degli immobili censiti nelle categorie catastali dei gruppi D e E, i macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo (c.d. “imbullonati”);

 

 
ALIQUOTE: 
3,0 per mille (abitazione principale distinte in catasto nelle categorie A/1 – A/8 – A/9 e relative pertinenze) – detrazione €.200,00 - 
7,0 per mille (altri immobili distinti in catasto nelle categorie diverse dall’abitazione principale). 
7,0 per mille (aree fabbricabili).
8,1 per mille  (fabbricati del gruppo “D” categoria “D1”),
 CODICI TRIBUTI IMPOSTA IMU 
° 3912 abitazione principale e relative pertinenze (destinatario Comune);  ° 3916 aree fabbricabili (destinatario Comune); ° 3918 altri fabbricati (destinatario Comune); ° 3925 fabbricati ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale “D” (destinatario Stato); 
N.B. Sono esenti dall’IMU i terreni di natura esclusivamente agricola in quanto questo Comune rientra tra le casistiche previste dall’art. 7 c.1 lett. h) del D.Lgs. 504/92.  L’imposta non è dovuta se l’importo annuo risulta uguale o inferiore a 12,00 Euro. 
MODALITA’ DI VERSAMENTO a mezzo modello F24 in autoliquidazione: 
La prima rata pari al 50% dell’imposta dovuta, deve essere versata entro il 16 giugno 2016; la seconda rata entro il 16 dicembre 2016. 
L’imposta può essere pagata in unica soluzione (acconto e saldo) entro la data di scadenza della prima rata (16.06.2015); 
IMPOSTA IUC - TASI
La TASI è il tributo componente dell’Imposta Unica Comunale riferita al finanziamento dei costi per i servizi indivisibili (manutenzione del verde, illuminazione pubblica, manutenzione strade,polizia municipale etc.) dovuto dal proprietario o titolare di un diritto reale (usufrutto, uso abitazione), di fabbricati ed aree fabbricabili. Nel caso in cui l’immobile è occupato da un soggetto diverso dal proprietario (o titolare del diritto reale), quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria a condizione che l’occupante non faccia parte dello stesso nucleo familiare del possessore; in tal caso l’obbligazione tributaria rimane esclusivamente a carico del solo proprietario. L’occupante versa la TASI nella misura del 30% del tributo complessivamente dovuto, la restante parte è dovuta dal titolare del diritto reale. 
Richiamata la legge 28.12.2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) all’art. 1, comma 14, ha disposto, con decorrenza 1° gennaio 2016, l’esclusione dalla TASI delle abitazioni principali, in particolare il comma 14, punti a) e b), prevede: “14. All'articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147: a) al comma 639, le parole: «a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile» sono sostituite dalle seguenti: «a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, escluse le unità immobiliari destinate ad abitazione principale dal possessore nonché dall'utilizzatore e dal suo nucleo familiare, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9»; b) il comma 669 è sostituito dal seguente: «669. Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell'abitazione principale, come definiti ai sensi dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13, comma 2, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9»”; 
 
ALIQUOTA : 1,0 per mille; La TASI si paga in percentuale sul valore del fabbricato e/o dell’area fabbricabile posseduti ed è dovuta proporzionalmente alla quota e ai mesi nei quali si è protratto il possesso. L’imposta non è dovuta se l’importo annuo risulta uguale o inferiore a 6,00 Euro. 
CODICI TRIBUTI IMPOSTA TASI 
° 3958 abitazione principale e relative pertinenze;  ° 3959 fabbricati rurali ad uso strumentale; ° 3960 aree fabbricabili; 
° 3961 altri fabbricati; 
MODALITA’ DI VERSAMENTO a mezzo modello F/24 in  concomitanza con i versamenti IMU. 
Aliquote relative  al Tributo  Servizi Indivisibili (TASI) per l’anno 2015 nella misura qui di seguito riportata:

 

TASI

Tipologia immobile

0,0 per mille

Abitazione principale e pertinenze

1,0 per mille

Abitazione principale distinte in catasto nelle categorie A/1 – A/8 e A/9 e

relative pertinenze -

1,0 per mille

Altri immobili distinti in catasto nelle categorie diverse dall’abitazione

principale -

1,0 per mille

Aree fabbricabili

1,0 per mille

Fabbricati rurali ad uso strumentale

2,0  per mille

Fabbricati del gruppo “D” categoria “D1”

 

IMPOSTA IUC – TARI (smaltimento rifiuti urbani)
Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. 
Per l’anno d’imposta 2016 la TARI sarà suddivisa in quattro rate aventi le seguenti scadenze: 
- 1° rata 31.07.2016; - 2° rata 30.09.2016; - 3° rata 31.10.2016; - 4° rata 30.11.2016; 
 L’imposta può essere pagata in unica soluzione entro la data di scadenza della rata  del 31.10.2015; 
L’Ufficio Tributi  provvederà all’invio di una nota informativa riportante il metodo di calcolo con allegati i Modelli F24 con le relative scadenze. 
Tutte le delibere sono consultabili sul sito Ministeriale e sul sito del Comune di Greci  (Home page): http://www.comune.greci.av.it 
Per ogni ulteriore informazione gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune sito in Piazza Umberto I n. 10, nei giorni di martedì e giovedì ore 16:30 -18:00. 
Dalla Residenza Comunale, lì Il Responsabile del Servizio Tributi f.to Dott.ssa Barbara MANGANIELLO 
 
IRPEF
Con deliberazione consiliare n 20 del 21.05.2016, esecutiva, è confermato  per l’anno 2016 l’aliquota IRPEF Comunale nella misura dello 0,2 punti percentuali, inoltre, è confermata  la fascia di esenzione dall’addizionale comunale IRPEF per i redditi inferiori o uguali ad €. 9.000,00;

 

 

 

 


Comune di Greci
Piazza Umberto I n. 10 
Tel. 0825.861196
 - 861338

Fax 0825.861042

PEC protocollo.greci@asmepec.it

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.197 secondi
Powered by Asmenet Campania